Alberto Sposo

Quale abito scegliere per il giorno delle vostre nozze?

Quale abito scegliere per il giorno delle vostre nozze?

La risposta dipende da diversi fattori come per esempio il “tono” che volete dare alla vostra cerimonia.

Vediamo nel dettaglio le possibili scelte che può avere un uomo per presentarsi al meglio il giorno più importante e romantico della sua vita.


1. IL TIGHT
Abito molto formale, è particolarmente indicato per le cerimonie del mattino e che terminano entro le 18. Attenzione: se lo sposo indosserà il tight allora anche il padre, il testimone e i fratelli dello sposo dovranno metterlo. Secondo la tradizione, il tight ha una giacca con code larghe in fresco lana color grigio antracite oppure nero. I pantaloni spezzano il look con una tinta grigia più cara. L’outfit prevede un gilet doppiopetto in grigio chiaro, rigorosamente tinta unita, e una camicia con gemelli e il colletto rigido. La cravatta deve essere a plastron, magari impreziosita da un gioiello, sempre in grigio chiaro o addirittura bianco. Le calze assolutamente nere come le scarpe in pelle.

2. IL MEZZO TIGHT
Come il tight, anche il mezzo tight dev’essere indossato per cerimonie giornaliere che terminano entro le 18. La reale differenza con il tight? La coda, è decisamente più corta e la giacca è nel complesso più corta. Pantaloni e camicia sono uguali al tight, mentre il plastron si differenzia perché può essere drappeggiato oppure sostituito da una semplice cravatta.

3. IL FRAC
Scelta poco condivisa ultimamente dagli sposi ma ancora in auge per chi vuole davvero una cerimonia prestigiosa all’insegna dell’eleganza, il frac è un abito da indossare esclusivamente la sera. La giacca è corta davanti e lunga dietro con le code di rondine, i pantaloni sono neri come la giacca e la camicia è bianca con davantino doppiato e gemelli ai polsi. A contraddistinguere questo outfit da tutti gli altri è l’obbligo di indossare il panciotto monopetto e il papillon bianchi.

4. L’ABITO CLASSICO BLU
Il blu è il colore più adatto per chi si sposa nella bella stagione. I tessuti da prediligere sono sicuramente il gabardine e il fresco lana senza nulla togliere al lino pettinato, allo shantung o al raso opaco. In questo caso si parla di classicità ed è impossibile sbagliare: giacca monopetto, pantaloni senza risvolto e camicia bianca con gemelli ai polsi. La cravatta può avere colori più vivaci soprattutto se ci si sposa in estate, quindi via libera al celeste, al blu o a fantasie a contrasto. La pochette messa nel taschino della giacca deve essere in lino bianco e non deve essere abbinata alla cravatta.

5. L’ABITO SPEZZATO
L’abito spezzato è indicato per i matrimoni informali e originali. Il tono è sicuramente easy e unconventional ed è particolarmente adatti agli sposi giovanissimi. Con l’abito spezzato gli abbinamenti sono davvero infiniti: si può giocare con tinte unite o con righe e motivi stampati. Si può osare con i colori e con l’originalità degli accessori. L’importante è saper interpretare con eleganza l’estro della vostra personalità.

Iscriviti alla Newsletter

Resta aggiornato su tutte le ultime novità e promozioni.