Nozze in intimità:

organizzare un piccolo matrimonio

La vostra idea di matrimonio è quella di un giorno unico e importante da vivere nell’intimità delle persone più care? Questo articolo, allora, è quello che fa per voi.

Se non amate le feste in grande stile e, perché no, volete risparmiare un po’, sappiate che i mini-matrimoni sono frequenti e di moda al giorno d’oggi ma come organizzarne uno? Non si tratta solamente di ridurre il numero degli invitati, bisogna anche ripensare la location e le tradizioni di un giorno così speciale. Ecco i nostri consigli!


La lista degli invitati
La prima cosa da fare è stilare una lista degli invitati e progressivamente ridurla fino ad ottenere solo le persone a voi care che volete accanto nel Grande Giorno. Non si tratta di effettuare preferenze o di escludere di proposito qualcuno in merito a qualcun’altro, le vostre scelte devono basarsi sulle relazioni che avete e sulla loro rilevanza nella vostra vita, di coppia e singolarmente. Iniziate perciò a depennare tutte le persone che non vedete né sentite da più di un anno, gli amici con cui non si ha più nulla in comune, i parenti acquisiti, gli amici di amici e così via: il numero che avrete raggiunto sarà quello dei vostri invitati più cari.

La location
Quando i matrimoni sono composti da pochi invitati, è raro che vengano riservati interi ristoranti per il ricevimento, soprattutto in alta stagione (a meno che non siate disposti a spendere una fortuna). Via libera perciò a piccole location capaci di accogliere l’intimità dell’evento come la sala privata di un ristorante tradizionale oppure il patio di un agriturismo o un’originale apericena/pic-nic all’aperto: i limiti sono solo il vostro gusto e la vostra fantasia.

L’organizzazione della giornata
Quando si è in poche persone ad un ricevimento bisogna rendere il più semplice possibile gli spostamenti, quindi sì a location in cui si può celebrare sia la cerimonia che il rinfresco, per evitare lunghi viaggi in auto ed eventuali ritardi degli invitati. Bisogna prestare inoltre molta attenzione al menu: non ricorrete al tradizionale pranzo di nozze con numerose portate, meglio un menu alla carta da cui ogni invitato può scegliere le pietanze preferite (anche nei casi di allergie, intolleranze o alimentazione vegetariana/vegana) oppure un piccolo buffet di ricette che siete sicuri verranno apprezzate da tutti.

La scelta dello “staff”
Scegliete pochi operatori essenziali per riprendere ed animare le vostre nozze, un fotografo e videografo, un dj o un duo di musicisti e, se lo necessitate, un wedding planner: se fossero più degli invitati potrebbe risultare un po’ imbarazzante e potreste dover sostenere una spesa eccessiva per le esigenze concrete che avete. Se decidete inoltre di offrire il pranzo anche a loro il nostro consiglio è di riservargli un piccolo tavolo appartato oppure, se vi trovate particolarmente in sintonia, di farli sedere a tavola con voi e con gli altri invitati.

Le tradizioni
La regola da seguire per quanto riguarda i tradizionali momenti di un matrimonio, in questo caso è: reinventare. Il lancio del bouquet, il lancio del riso, i balli di gruppo e molti altri momenti che tradizionalmente si verificano ai grandi matrimoni non possono essere replicati anche in nozze con pochi invitati; occorre quindi essere aperti alle novità e modificare queste tradizioni a proprio piacere. Optate per piccoli momenti speciali che coinvolgano voi e i vostri invitati senza creare imbarazzi, saranno dei bellissimi ricordi da conservare.

Apertura alle novità, fantasia e pragmatismo sono i requisiti fondamentali per organizzare un piccolo matrimonio fra intimi. Non date nulla per scontato ed il successo sarà assicurato!

Iscriviti alla Newsletter

Resta aggiornato su tutte le ultime novità e promozioni.