Alberto Sposo

Le bretelle: l'accessorio must che completa l'abito da sposo

Le bretelle, presentate oggi giorno in differenti forme, varianti e materiali, esistono da circa 300 anni. Compaiono per la prima volta durante la rivoluzione francese, ed erano usate per sorreggere i pantaloni lunghi privi di bottoni.

I modelli attuali sono stati inventati nel 1822 da Albert Thurston, e sono state adottate nella moda uomo fra la seconda metà del diciannovesimo e l'inizio del ventesimo secolo.

Le bretelle sono un'accessorio moda sempre piú in voga, anche nell'ambito moda sposo e cerimonia.

Esse, infatti, sono un elemento da inserire nell’arsenale sartoriale di uno sposo ben vestito e sono l’accessorio giusto per fare una dichiarazione di stile personale nell'abito da sposo nel giorno del matrimonio, che spesso completa e arricchisce il total look dell'abito da sposo.

Le bretelle non sono tutte uguali, si possono trovare in materiali, colori e modelli diversi, per cui, prima di aggiungerle come pezzo funzionale e di stile al vostro abito da sposo, ci sono alcune cosa da sapere e considerare, per poi effettuare la scelta giusta per voi.

Esistono bretelle che hanno nella loro parte finale degli occhielli per essere agganciate ai bottoni dei pantaloni dell'abito da sposo, ed altre che hanno, invece, delle clip che si fissano pinzando il giro-vita del pantalone. Uno sposo, per il proprio matrimonio, sul suo abito da sposo, indosserà sempre bretelle che possano essere fissate con i bottoni, quelle con clip, sono una scelta più facile e casual.

Le bretelle, inoltre, sono disponibili in diversi materiali: dalle fibre elastiche, al gros-grain, alla seta ed anche in pelle.
Sicuramente per un look sposo e cerimonia la scelta giusta é in seta.

Leggi di più sul blog di Cleofe Finati

Iscriviti alla Newsletter

Resta aggiornato su tutte le ultime novità e promozioni.