Alberto Sposo

Scegliere il fotografo per il matrimonio: emozioni, intesa e professionalità prima di tutto

Troppo spesso le coppie lasciano la scelta del fotografo in secondo piano, concentrandosi su elementi più “tangibili” (abiti, fedi, torta, addobbi…).

Il fotografo, però, ha il compito di immortalare i vostri momenti più speciali e la magia di quel giorno, che si concretizzeranno così in ricordi materiali.

Quando e come scegliere il fotografo?


Per evitare brutte sorprese, il consiglio è quello di muoversi per tempo, e contattarlo circa 10-12 mesi prima del matrimonio, soprattutto se si svolgerà in periodi molto gettonati. La giusta dose di anticipo vi permetterà di non dover ripiegare su altri fotografi.

Il procedimento di scelta può iniziare facendo una ricerca dei fotografi della vostra zona, dando un’occhiata ai rispettivi siti internet o incontrandoli di persona e facendovi mostrare le foto di matrimonio (non guardate le foto scattate ad altri soggetti, vi depisterebbero e non capireste il grado di specializzazione!). Un’alternativa, che può risultare vantaggiosa economicamente, è quella di recarsi alle fiere per gli sposi, dove una moltitudine di professionisti presenta i propri lavori e offre prezzi speciali se prenotate in quella sede.

Definito l’ordine di priorità, vogliamo ora darvi qualche consiglio per una scelta del fotografo che vi lasci soddisfatti.

Lo stile delle foto
Prima di iniziare la ricerca, dovete avere ben chiaro il genere di fotografia che desiderate per il vostro album di nozze. Reportage in stile giornalistico (spontaneo) o foto in posa? Bianco e nero o colori? Volete anche un video? Ogni fotografo applica tecniche e adotta uno stile personale, per cui vi conviene essere decisi sul genere di foto che vi piacciono per raccontare le vostre nozze.

Emozioni in primo piano
Il requisito chiave del fotografo giusto? Le foto che scatta devono suscitarvi emozioni. Qualunque sia il genere praticato, un album di nozze deve catturare emozioni, e trasmetterle anche negli anni a venire, indipendentemente dalla moda del momento.

Professionalità e intesa
La preparazione e la specializzazione del fotografo è fondamentale: il matrimonio è un giorno frenetico (e caotico!), e ciò che contraddistingue il professionista è la capacità di cogliere l’attimo, catturando con sapienza gli istanti più importanti della vostra vita. Con il giusto comportamento, un fotografo esperto può essere professionale, riuscendo a immortalare l’intensità delle vostre emozioni senza però risultare intrusivo o disturbante. Tra voi e il fotografo deve instaurarsi una certa intesa: oltre a esservi simpatico, il fotografo che sceglierete dovrà comprendere i vostri desideri e le vostre idee, traducendole in scatti in linea coi vostri gusti. Incontratevi prima, più volte se necessario, e spiegate per bene i vostri desideri: nel giorno del matrimonio il fotografo dovrà essere già preparato, e farvi sentire a vostro agio realizzando foto spontanee e naturali, senza difficoltà di comunicazione.

Last but not least
Quando incontrate il fotografo, prima di prendere una decisione ricordatevi di chiedere:

  • I prezzi del pacchetto matrimonio, e le modalità di pagamento
  • Il numero di scatti compresi, e l’eventuale proprietà dei provini
  • Il numero di matrimoni a cui partecipa ogni giorno (avrete l’esclusiva per il vostro giorno?)
  • L’eventuale presenza di assistenti (in questo caso sarebbe bene conoscerli prima)
  • Le tempistiche per la ricezione dell’album terminato
Una volta definiti i vostri desideri, e ricevuta una proposta che vi soddisfi, all’atto della prenotazione redigete un contratto scritto, che riporti gli accordi presi e i dettagli più importanti che avete concordato. In questo modo, eviterete malintesi e brutte sorprese.

Iscriviti alla Newsletter

Resta aggiornato su tutte le ultime novità e promozioni.