Alberto Sposo

Il grande ritorno del papillon e il suo abbinamento all’abito da sposo

Nato durante la Guerra dei Trent’anni per chiudere le camicie dei mercenari croati, il papillon ha origini tutt’altro che eleganti e una storia lunga. È stato portato sotto i riflettori da politici di rilievo come Winston Churchill, per poi conquistare le passerelle di moda maschile e diventare un dettaglio di stile nei look moderni.

Il papillon e lo sposo
Nel caso dello sposo la scelta generalmente ricade tra cravatta e papillon. Ma quando scegliere il papillon?

Si tratta di un accessorio immancabile quando si indossa un frac o uno smoking. La variante bianca andrà abbinata al frac, mentre lo smoking (nell’intramontabile colore nero) richiede il papillon nero. Se invece avete scelto un abito di un altro colore, anche il papillon dovrà adeguarsi, assumendo le tonalità dell’abito.

A chi è adatto
Sia che vogliate essere eleganti e tradizionali, sia che ricerchiate un’eccentricità alternativa, il papillon può declinarsi in vari stili, aggiungendo un tocco in più con versatilità. Dal tinta unita alla fantasia, le scelte sono infatti infinite, e possono stravolgere completamente il look finale dello sposo. Il galateo lo ritiene adatto a cerimonie pomeridiane o serali, mentre andrebbe evitato nel caso di matrimoni celebrati di mattina.

La scelta del papillon più adatto
I papillon da sposo non sono tutti uguali. La scelta non è quindi immediata. Innanzitutto, le buone norme vietano i papillon preconfezionati, prediligendo invece quelli da annodare a mano. I materiali utilizzabili sono molteplici: si va dai papillon in lana, ottimi per i look più casual o hipster, all’elegantissima seta o raso, fino al velluto, perfetto per i mesi più freddi dell’anno. Per quanto riguarda il colore del papillon, andrebbe abbinato all’abito, mentre la finitura può presentare contrasti tra opaco e lucido.

Quali modelli esistono?
Sul mercato esistono principalmente due modelli di farfallino. Il papillon classico presenta estremità che terminano in verticale, e dona quel tocco di raffinatezza ed eleganza che lo rendono perfetto per le occasioni più formali e solenni. Il modello di papillon a punta di diamante, invece, presenta estremità allungate e appuntite, e con le sue linee è ideale per gli uomini meno alti o dal volto più sottile. Per quanto riguarda l’abbinamento all’abito, il papillon a punta di diamante risulta la scelta migliore nel caso di smoking con revers a lancia, richiamandone la forma e lo stile.

La misura perfetta
Le dimensioni di questo accessorio vanno da uno spessore di 2,5 cm fino agli 8 cm, da scegliere in base alla circonferenza del collo e alla fisicità dello sposo. Un’altra buona norma per rispettare le proporzioni: l’altezza delle estremità del papillon non deve superare l’altezza delle punte del colletto della camicia, mentre l’intera larghezza del papillon non deve sporgere oltre le linee laterali del viso.

Iscriviti alla Newsletter

Resta aggiornato su tutte le ultime novità e promozioni.