Alberto Sposo

Il galateo per lo sposo: cosa può o non può indossare

Nel giorno delle nozze anche lo sposo deve fare attenzione al proprio stile, in modo tale da essere in completa armonia con la sposa.

Il bon ton, in merito a ciò, pone delle regole abbastanza rigide che devono essere rispettate così da rendere perfetta l'immagine e il comportamento del futuro sposo.




Cosa può indossare secondo il galateo

1. Il galateo impone innanzitutto di indossare in qualsiasi stagione un abito in lana, nella variante del lino misto a lana nei periodi più caldi. E' consigliabile, specialmente nel secondo caso, scegliere una combinazione di tessuti che sia poco soggetta alla formazione di pieghe.

2. Per quanto riguarda la camicia, che deve avere rigorosamente un taglio classico, sono ammesse quelle con il collo rigido e, nel caso in cui si indossi il plastron, deve essere anche ripiegato.

3. La camicia deve essere abbinata ad una cravatta (o a un plastron) rigorosamente in seta, possibilmente di colore grigio antracite, bordeaux o sulle tonalità del blu.

4. Se indossate il tight bisogna abbinarci il fiore all'occhiello, posto all'altezza del petto, è indicato un fiore di garofano dalle tonalità pastello o uno di gardenia.

Cosa non può indossare secondo il galateo

1. La pochette non deve essere assolutamente dello stesso tessuto, né tanto meno dello stesso colore, della cravatta. E' preferibile, dunque, scegliere per il fazzoletto da taschino una tonalità che sia neutra.

2. Per quanto riguarda il taglio dell'abito, il bon ton sconsiglia di indossare lo smoking, non adatto all'occasione, e lo spezzato, ammissibile solamente per la cerimonia in municipio.

3. Non si indossano guanti e cappello durante la cerimonia, soprattutto se la funzione è religiosa: questi vanno tolti all’ingresso in Chiesa e tenuti in mano.

4. Lo stesso vale per il cappotto, che non può essere indossato durante la cerimonia, anche se l'ambiente è molto freddo.

Iscriviti alla Newsletter

Resta aggiornato su tutte le ultime novità e promozioni.