Il cappotto per lo sposo invernale

Spesso si sceglie di celebrare il proprio matrimonio nei mesi invernali affascinati dalle atmosfere calde e intime che si possono creare, circondati dalla neve che cade silenziosa. Al momento della scelta dell’abito ci si ritrova però a chiedersi: come ottenere un outfit elegante che protegga dal freddo?

Saranno infatti numerose le occasioni in cui dovrai stare all’aria aperta, ad esempio all’entrata e all’uscita dalla Chiesa o dal comune e durante lo shooting fotografico nella location scelta per festeggiare le nozze.

Un valido alleato per proteggerti dal freddo senza rischiare di sfigurare è sicuramente il cappotto. È un capo d’abbigliamento indispensabile e per portarlo in modo impeccabile dovrai seguire alcuni accorgimenti, senza dimenticare le regole di bon ton.

Potrai indossare il soprabito unicamente nei tratti che vanno dalla casa alla Chiesa o al comune e nel tratto che segna l’uscita dalla Chiesa o dal comune fino al luogo del ricevimento nuziale; durante il rito e il banchetto è bene, infatti, che lo sposo indossi unicamente l’abito da cerimonia anche se le temperature dovessero risultare rigide.

Abbiamo raccolto per te alcuni suggerimenti, per scegliere il cappotto per lo sposo invernale perfetto per le tue nozze.

Le forme e le linee del cappotto da sposo

In un’occasione molto importante come il tuo matrimonio, non dovrai lasciare nulla al caso: presta quindi molta attenzione alle forme e alle linee del cappotto che sceglierai per completare il tuo outfit da sposo. Ti consigliamo di scegliere un capo raffinato ed elegante, dal taglio impeccabile che doni un tocco moderno e giovanile al tuo look: rigorosamente monopetto, deve presentare una linea sciancrata e una lunghezza appena sopra il ginocchio. La tipologia di tessuto migliore è sicuramente la lana pettinata o, nella sua forma più nobile, il cachemire. Questa fibra preziosa e rara è dotata di un’estrema finezza capace di tenere molto caldo e di una morbidezza unica. Prediligi quindi un cappotto da sposo 100% cachemire o in un tessuto misto cachemire, in base alla tua percezione delle temperature e allo stile del tuo abito da sposo. Se invece la lana non fa per te, puoi optare per un cappotto in velluto, elegante e retrò, ma rigorosamente liscio.

Infine, per garantire la corretta vestibilità, anche il cappotto così come la giacca dell’abito dovrà essere rivestito internamente da una stoffa in tessuto nobile, di fattura sartoriale.

Il colore e gli abbinamenti

Dalle linee pulite e con taglio sartoriale, il classico cappotto per lo sposo deve essere necessariamente tinta unita e della stessa tonalità dell’abito scelto, con l’unica eccezione dell’abito nero che può essere abbinato ad un cappotto di colore differente ma nel rispetto della sobrietà (ad esempio azzurro, grigio chiaro, bordeaux..). Se il tuo abito sarà molto elaborato, ad esempio damascato, scegli di abbinarlo ad un cappotto tinta unita ton-sur-ton; se invece il vestito scelto è colorato, l’abbinamento ad un cappotto nero sarà la soluzione ideale.

Vuoi donare un tocco di originalità al tuo look? Scegli un cappotto con collo in velluto o in pelliccia ecologica. Puoi anche “giocare” con i revers, che potranno presentare dettagli in tessuto differente rispetto al resto del capo ma rigorosamente in un colore abbinato o ton sur ton. Se il tuo matrimonio inoltre sarà celebrato in chiave informale, potrai osare con forme differenti che caratterizzino il tuo look: ad esempio un cappotto oversize o un montgomery.

Non dimenticare di abbinare al tuo outfit nuziale i giusti accessori. Un paio di guanti in lucida pelle nera donano un fascino degno dei grandi divi del cinema anni 40 e potrai abbinarli ad una morbida sciarpa in cachemire. Se desideri indossare anche un cappello, scegli il classico cilindro nero per donare un tocco di classe allo stile raffinato e originale.

Iscriviti alla Newsletter

Resta aggiornato su tutte le ultime novità e promozioni.