Consigli per il perfetto discorso dello sposo

Il giorno del matrimonio è usanza che lo sposo prenda il microfono e rivolga alcune parole ai suoi ospiti e alla sua dolce metà al suono di “Discorso! Discorso!”. Per non arrivare impreparato a quel momento, ritaglia del tempo nei mesi precedenti il Grande Giorno per imprimere su carta le parole che andranno a comporre il tanto temuto discorso dello sposo. Per ottenere un testo efficace devi aprire il tuo cuore ed essere spontaneo, mettendo da parte la timidezza: segui i nostri consigli e le parole usciranno da sole.

No all’improvvisazione

Il nostro primo consiglio è di evitare assolutamente di pensare qualcosa all’ultimo minuto. L’improvvisazione non è mai la soluzione migliore quando si deve tenere un discorso di fronte a molte persone, specialmente se sono quelle più importanti nella tua vita. Se non desideri leggere un discorso preimpostato, ti suggeriamo di stilare almeno un incipit e una serie di punti chiave, per poter parlare con spontaneità senza dimenticare gli elementi più importanti.

Nascondi l’imbarazzo e la timidezza

Non c’è motivo di essere timidi di fronte ad amici e familari che ti conoscono da sempre, questo è il tuo giorno e loro sono lì per festeggiare insieme a te, non per giudicarti. Essere te stesso è la chiave per intrattenere con spontaneità i tuoi ospiti e per ricordare insieme gli eventi più importanti della vostra vita. Ricorda però di non trascendere nel senso opposto: un’eccessiva spontaneità nel raccontare episodi privati può creare imbarazzo fra tua moglie e i tuoi invitati.

Sottolinea la parola moglie e non lesinare con i complimenti

Anche se inizialmente può fare uno strano effetto, ora siete marito e moglie ed è giusto sottolineare nel tuo discorso la parola che avete tanto atteso di pronunciare: ne sarà felicissima. Allo stesso modo ti consigliamo di non limitarti nei complimenti (ovviamente rimanendo nel buon gusto) verso la sposa, tutto il suo impegno nella ricerca dell’abito, dell’acconciatura e del trucco perfetti deve essere giustamente ripagato.

Ringraziare chi vi ha aiutato e sostenuto

Non bisogna in alcun modo dimenticare di ringraziare chi vi ha aiutato a raggiungere questo bellissimo obiettivo, sostenendovi economicamente o anche solo moralmente. Prepara a mente fredda una lista di nomi che, a partire dai genitori, fratelli, sorelle e testimoni, racchiuda tutti coloro che vi vogliono bene e che vi hanno sostenuto nella preparazione dell’evento.

Gli ultimi consigli

Sii piuttosto breve e conciso, non c’è bisogno di tergiversare raccontando ogni momento della vostra storia e di ringraziare uno per uno tutti i presenti in sala: vi conoscono bene e sanno già quanto vi amate, scegli di ricordare solo le cose più importanti. Se sei una persona che si innervosisce facilmente, tieni un bicchiere d’acqua nelle vicinanze, ti permetterà di fare delle pause per riprendere la calma. Non cercare di essere troppo spiritoso ad ogni costo, risulteresti forzato e fuori luogo. Non masticare la gomma e non bere troppi bicchierini per darti coraggio prima del discorso, otterresti l’effetto contrario. Parla con emozione e cerca di dare colore alle tue parole, evitando di parlare in maniera monotona. Infine, goditi questo momento speciale con un sorriso!

Iscriviti alla Newsletter

Resta aggiornato su tutte le ultime novità e promozioni.