Sposo invernale: alcune soluzioni per outfit caldi ed eleganti


Se tu e la tua futura sposa avete deciso di celebrare il matrimonio durante la stagione fredda, è indispensabile che tu possa coniugare l’eleganza di un abito nuziale con la comodità di capi caldi e confortevoli. In che modo? Tessuti più spessi, un buon cappotto e i giusti accessori possono fare la differenza. Scopriamo alcune soluzioni ideali per uno sposo invernale.


Prima regola per lo sposo invernale: scegliere il tessuto giusto

Per reggere senza problemi le temperature rigide dell’inverno, lo sposo invernale dovrebbe optare per tessuti sufficientemente caldi, che però gli calzino a pennello, senza renderlo goffo. Per il completo di giacca e pantaloni, tessuti come lana e cashmere sono l’ideale.

Se scegli la lana, dovresti preferire quella di alta qualità: lana merinos, lana vergine o vigogna sono perfette perché, anche se ti mantengono al caldo, sono leggere e sottili e assicurano un’ottima vestibilità.

Evita invece i tessuti troppo pesanti: risulterebbero scomodi, ingombranti e poco pratici. In più, rischiano di ostacolare la necessaria traspirazione e farti sudare eccessivamente.

La camicia è sempre d’obbligo, meglio se di cotone

Anche per lo sposo invernale, la camicia rimane un must. Per quanto riguarda il tipo di tessuto, non c’è dubbio: meglio evitare le camicie in lanetta, il cotone rimane protagonista anche nella stagione fredda.

Puoi però cercare un cotone leggermente più pesante rispetto a quello dei capi estivi. I cotoni migliori rimangono quello egiziano e quello americano: il primo, a fibra lunga, è più tendente al giallastro, mentre il secondo si presenta in una colorazione quasi bianca.

Per quanto riguarda il taglio, va sempre bene un taglio classico, nelle sfumature chiare del bianco o del crema.

L’accessorio irrinunciabile è il cappotto

Per lo sposo invernale, la scelta del cappotto può fare la differenza. Le regole del bon ton impongono che lo sposo indossi il cappotto solamente prima di entrare in chiesa e alla fine della cerimonia, nel tragitto tra la chiesa e il luogo del ricevimento.

Nonostante sia un capo che, quindi, verrà indossato per breve tempo, è indispensabile e va scelto con molta cura.

Innanzitutto, il cappotto va abbinato allo stile dell’abito:
  • se l’abito è molto classico, anche il cappotto dovrebbe essere dello stesso stile, ad esempio un capo scuro doppiopetto, lungo fino al ginocchio.
  • se lo sposo indossa un abito dal taglio più giovanile, anche il cappotto dovrà abbinarsi, prendendo forme più sbarazzine, colori chiari e taglio morbido.
  • per uno sposo più estroso, vanno bene cappotti dalle forme particolari e dettagli insoliti, come colli di pelliccia o tagli fascianti.

Scarpe e accessori

Per la scelta delle scarpe, si può variare tra un mocassino invernale e degli stivaletti sobri. I secondi sono generalmente preferiti dagli sposi più giovanili, soprattutto se abbinati ad un pantalone stretto, a gamba dritta, che non nasconda la scarpa ma la esalti.

Trattandosi di uno sposo invernale, via libera anche ad accessori come guanti e sciarpe, ma attenzione: devono essere sempre coordinati con abito e cappotto, e scelti con gusto.