Matrimonio civile:

tutti i consigli per lo sposo

Sono sempre di più le coppie che, per motivi religiosi, esigenze, o per scelta personale, decidono di sposarsi con rito civile. Attenzione però, rito “civile” non significa “informale”, e il matrimonio non è per questo di minor importanza di quello religioso. Come per il matrimonio in chiesa, esistono regole e un galateo da rispettare.

Location matrimonio civile: è obbligatoria la celebrazione in comune?
Spesso si pensa al rito civile come a una cerimonia fredda, fatta solamente di burocrazia e celebrata nelle sale poco accoglienti di un comune.

Se il vostro sogno è quello di sposarvi in una location particolare, come una villa per matrimoni, tramite alcuni accorgimenti e chiedendo il permesso al sindaco in alcuni casi è possibile organizzare la cerimonia civile in un locale diverso dall’edificio del comune. Tuttavia, la maggior parte dei sindaci non acconsentono a questa pratica. Una soluzione è allora quella di apporre solamente le firme in comune, nel pieno rispetto della legge, organizzando poi la cerimonia principale, con letture e scambio degli anelli in presenza degli ospiti, in una location di maggiore charme.

Svolgimento della cerimonia civile
La cerimonia civile ha una durata di una ventina di minuti. Dopo la lettura degli articoli del Codice Civile, vengono poste agli sposi le domande di rito per la dichiarazione dell’unione. La cerimonia comprende lo scambio degli anelli, e si conclude con la lettura dell’atto matrimoniale e le firme. Se gli sposi preferiscono svolgere la cerimonia civile in location per matrimoni, potranno personalizzarla secondo i propri gusti e desideri, trasformandola così in una celebrazione più personale, che non ha nulla da invidiare a un matrimonio religioso.

Ingresso degli sposi e bonton
L’ingresso degli sposi matrimonio civile avviene come per la cerimonia religiosa, e la sposa dovrà arrivare con puntualità. È consigliato che lo sposo aspetti la sposa al tavolo della celebrazione, insieme ai testimoni. Quando gli invitati si saranno accomodati al proprio posto, la sposa potrà fare il suo ingresso, accompagnata dal padre o dal parente più prossimo. Come per il rito in chiesa, gli invitati della sposa si accomoderanno a sinistra e quelli dello sposo a destra, e all’uscita dal comune o al termine della cerimonia potrà esserci il lancio di riso, petali o bolle di sapone.

Per quanto riguarda gli ospiti, è bene chiarire loro che non si tratterà di un’occasione informale. Si tratta di un tasto dolente, e la regola di vestire con eleganza è spesso poco rispettata. Per evitare spiacevoli sorprese, è consigliato informare con delicatezza gli ospiti dell’eleganza della location scelta per la celebrazione.

L’abito dello sposo
Come per l’abito della sposa, anche lo sposo matrimonio civile ha più libertà nella scelta del proprio outfit. La regola che vale sempre è quella di attenersi allo stile scelto per l’intera cerimonia, rispettando anche l’eventuale presenza di un tema, o di un colore particolare. Eleganza e formalità non dovranno mai mancare in nessun matrimonio. Se volete essere uno sposo tradizionale, nulla vi vieta di indossare un abito classico blu scuro o grigio. Per chi ha scelto uno stile estremamente elegante, e si sposa nel pomeriggio festeggiando la sera, uno smoking può essere la scelta giusta. Se però la cerimonia si svogle in estate o all’aperto, avete la libertà di indossare un completo chiaro, ma è sempre meglio evitare il bianco, colore riservato alla sposa.

Ti serve un aiuto per scegliere il tuo abito da sposo per matrimonio civile? Vieni a trovarci nel nostro atelier, ti aiuteremo a trovare l’abito perfetto per il tuo matrimonio.

Richiedi
informazioni

Compila il form qui sotto, ti risponderemo il prima possibile.

 Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.L.30 giugno 2003 196/2003