Alberto Sposo

Fiore all’occhiello: consigli per la scelta

Il fiore all’occhiello è un dettaglio raffinato ed elegante che impreziosisce l’abito dello sposo.

La tradizione nasce ai tempi del matrimonio della regina Vittoria d’Inghilterra con il principe Alberto. Prima del matrimonio la regina si presentò al suo principe con un mazzolino di fiori, che quest’ultimo, con grande cortesia, inserì in un foro che decise di praticare lui stesso nel rever della giacca.

Nel corso degli anni, questa pratica si trasformò in un’elegante consuetudine.

Cosa dice il galateo
Secondo il galateo, lo sposo può decidere di indossare un fiore all’occhiello o una composizione (boutonniere). Anche i testimoni e i padri degli sposi potranno indossare questo accessorio, leggermente differente per forma o colore da quello sposo, ma solo se lo sposo decide di farlo. Scegliere il fiore all’occhiello adatto a voi

La scelta deve rispettare l’aspetto fisico dello sposo, con grande attenzione alle proporzioni. Se lo sposo è minuto, i fiori grandi o vistosi sono vietati, mentre sono adatti per le figure imponenti e slanciate. In ogni caso, la composizione non deve essere troppo minal, difficile da notare, ma neanche eccessivamente appariscente, al punto da attirare troppo gli sguardi, distogliendoli dalla sposa. La scelta dovrà allora ricadere su fiori dalle forme eleganti e sinuose, abbinati tra loro in modo armonioso, meglio se ricordano il bouquet della sposa.

Quale fiore scegliere
La boutonniere classica è realizzata con ranuncoli bianchi: discreta e formale, è adatta a qualsiasi completo da uomo, a patto che sia scuro. Un’alternativa spesso adottata è l’orchidea, disponibile in una varietà di dimensioni e colori, ma anche garofani o papaveri. Una scelta meno diffusa riguarda le dalie. Le spighe di grano, ottime per matrimoni in stile country, apportano una rilevante componente simbolica, alludendo alla prosperità che si augura agli sposi. Anche la lavanda è una scelta audace: dal colore inconfondibile e raffinato, è perfetta per matrimoni dall’atmosfera provenzale o shabby-chic. Solitamente al fiore si abbinano alcune foglioline verdi, per rinfrescare la composizione ed esaltare i fiori grazie al contrasto cromatico.

Un consiglio pratico
Generalmente il fiore viene tolto al termine della cerimonia. Se dovete indossare il fiore per molte ore, è bene chiedere consiglio al fiorista, per scegliere la specie più adatta a resistere dopo la recisione, senza appassire in breve tempo. Per evitare la spiacevole immagine di un fiore appassito, si può anche considerare la possibilità di indossare un fiore essiccato, perfetto per l’estate, oppure un fiore di seta (a condizione che sia di ottima fattura). Sono assolutamente da evitare, invece, i fiori finti. Per quanto riguarda il fazzoletto da taschino, questo non dovrebbe mai essere indossato con la boutonniere.

Richiedi
informazioni

Compila il form qui sotto, ti risponderemo il prima possibile.

 * Acconsento a che i miei dati personali vengano utilizzati in accordo con la Privacy e Cookie Policy
 Acconsento all’uso dei miei dati personali per essere aggiornato sui nuovi arrivi, prodotti in esclusiva e per le finalità di marketing diretto correlate ai servizi offerti e ricevere proposte in linea con i miei interessi attraverso l’analisi dei miei precedenti acquisti.